15/03/2009 Enzo Badioli
Badioli, Cooperatore e Banchiere

Il primo riconoscimento che può essere attribuito ad Enzo Badioli è di aver avuto importanti intuizioni". Nella Prefazione al volume "Badioli, cooperatore e banchiere" il Presidente della Federcasse Alessandro Azzi osserva anche che "ha contribuito da protagonista a scrivere un pezzo di storia delle Banche di Credito Cooperativo-Casse Rurali".

Enzo Badioli ha dato molto alla cooperazione italiana ed in particolare a quella di credito. Il curatore del volume, il prof. Pietro Cafaro, attraverso la ricostruzione del percorso professionale di Badioli e una selezione dei suoi scritti più significativi lo mette pienamente in luce. Il volume raccoglie 24 articoli, interventi e pubblicazioni varie su 176 individuati e raccolti. Ne esce fuori un affresco che racconta l'uomo Badioli, ne fa interpretare i sentimenti, ne fa apprezzare la visione e la capacità progettuale.

Da questo affresco emerge l'innata capacità organizzativa di Badioli, che ha avuto la capacità di dare un grande impulso di modernizzazione al Credito Cooperativo italiano. Come ben evidenziato da Cafaro, anche in una opera precedente, la "Solidarietà efficiente", egli ha disegnato l'architettura di un sistema che è sostanzialmente giunto ai giorni nostri.

Le idee di Badioli spesso hanno precorso i tempi, anche quando si occupò della "sua" Banca, la Cassa Rurale e Artigiana dell'Agro Romano, la prima volta nel 1962 e la seconda nel 1973, facendole superare due difficili crisi e ponendo le premesse sociali e imprenditoriali per la grande crescita realizzata dalla seconda metà degli anni '80 in avanti, quando riversò su di essa tutto il suo impegno.

Certo è che, dagli scritti di Badioli, emerge un fondamentale filo conduttore: la profonda fede cristiana e un grandissimo impegno sociale. Così scriveva in alcuni dei suoi ultimissimi articoli: "Essere cristiani equivale ad essere cooperatori. Nella solidarietà si realizza l'amore al prossimo che è il nostro primo comandamento". Ed ancora: "L'uomo è il riferimento della nostra azione: la sua crescita culturale e morale il nostro obiettivo, la sua realizzazione, come persona, il nostro impegno". Parole che sembra strano le abbia scritte un banchiere. Ma Badioli era senza dubbio un banchiere "differente".

Badioli, cooperatore e banchiere a cura di Pietro Cafaro, Ecra, collana Documenti, 2005 Pagine 326 - € 9

Il volume Badioli, cooperatore e banchiere a cura di Pietro Cafaro può essere richiesto inviando una e-mail alla Fondazione Enzo Badioli

Disclaimer
Fondazione Enzo Badioli
Via Sardegna, 129 - 00187 Roma - C.F.97268730583